Ricerca avanzata

Ambiente e Territorio

Responsabile di sezione: Simona Carini

Caratteri essenziali del paesaggio

La “forma del territorio”


Data: 21-03-2012

Titolo

Caratteri essenziali del paesaggio

Strutture geologiche: il territorio fabrianese è compreso fra le due dorsali appenniniche principali alle quali si aggiungono alcuni nuclei affioranti di dorsali minori fagliate che vanno a caratterizzare il sinclinorio.
Quest’ultimo, è riscontrabile nelle tipiche “strutture a pieghe” (ovvero, dorsali e depressioni relativamente strette e allungate) generate da una erosione selettiva prodotta dalla degradazione meccanica, dall’erosione delle acque dilavanti e incanalate o, talora, da movimenti di massa.

Caratteri pedologici dei terreni: la permeabilità dei terreni che caratterizza i depositi alluvionali dei bacini del Sentino e dell’Esino è medio-alta.

Coperture vegetazionali: la provincia di Ancona ha attivato negli anni scorsi importanti studi fitosociologici e geobotanici delle specie vegetazionali presenti nel territorio. A questo proposito, il paesaggio del sinclinorio è tra i più articolati del territorio provinciale: non a caso, da una parte, presenta una copertura boschiva piuttosto densa alternata da pascoli e da coperture boschive-arbustive a bassa densità; dall’altra, i suoli sono intensamente coltivati e solo in corrispondenza delle maggiori acclività compaiono ridotti nuclei di bosco. L’agricoltura è di tipo tradizionale ed ha portato ad una discreta erosione del substrato.

Superfici idrografiche: il territorio fabrianese consta di tre corsi d’acqua, Esino, Giano e Sentino, in corrispondenza dei quali si riscontra la presenza di piane alluvionali di dimensioni limitate. In particolare, il torrente Giano negli ultimi anni, ha subito un notevole peggioramento delle condizioni biologiche in seguito allo sviluppo industriale della città che ne ha inevitabilmente abbassato la soglia di qualità.


Il territorio montano della provincia di Ancona presenta un consistente patrimonio floristico evidenziato da una ricchezza di elementi che trovano nei diversi ambienti le risorse necessarie per svilupparsi. Tra le specie più rare ed esclusive delle Marche merita una particolare menzione la presenza nella Gola di Frasassi e in quella della Rossa della cariofillacea rupicola moeringia vescicolosa (Moerhingia papulosa) dai piccoli fiori bianchi. Sempre sulle pareti delle gole rupestri è possibile rinvenire altre piante meravigliosamente adattate a questo ambiente tra cui la cinquefoglie penzola (Potentilla caulescens) e il ranno spaccasassi (Rhamnus Pumila), un piccolo arbusto che si inserisce nelle fratture delle rocce con i rami fortemente aderenti alla parete. Altra pianta rupicola endemica dell’Appennino centrale è la campanula di Tanfani (Campanula tanfanii) dai bellissimi e delicati fiori azzurri e dalle piccole foglie rotonde. In prossimità delle pareti rocciose calcaree di Frasassi e della Valle Scappuccia è possibile rinvenire la rara esedra maggiore (Ephedra Major). Nella Gola della Rossa e in quella di Frasassi, sui piccoli pascoli che ricoprono i detriti originatesi dalla disgregazione delle rocce, si sviluppa la ginestra di Carniola (Genista dalmatica). Questi pascoli ospitano inoltre dense popolazioni di ruta comune (Ruta graveolens ssp. divaricata). Sulle stesse formazioni si sviluppa l’asfodelo giallo (Asphodeline lutea), lache si trovano nelle gole, tra queste possiamo ricordare l’alloro (Laurus nobilis). Numerose sono le Orchidacee che si rinvengono nei pascoli della zone montana. Nel piano collinare si riconoscono diversi tipi di bosco misto i quali si ripartiscono essenzialmente in base alle caratteristiche del substrato ed all’esposizione. Sui rilievi calcarei dominano le formazioni miste a prevalenza di carpino nero (Ostrya carpinifolia) che rientrano nel tipo strutturale degli ornoostrieti, cioè di boschi nei quali oltre al carpino nero si rinvengono ornello (Fraxinus ornus) e acero d’Ungheria (Acer obtusatum) in notevoli proporzioni. Le dorsali calcaree sono dominate dai boschi di nocciolo (Corylus avellana) al quale spesso si associa il carpino bianco (Carpinus betulus). Il piano montano di vegetazione è invece interessato da un unico tipo di formazione forestale costituita dal faggio (Fagus sylvatica). Le faggete localizzate alle quote più basse si arricchiscono di specie quali l’agrifoglio ed il tasso mentre quelle poste ad una maggiore altitudine sono per lo più minospecifiche.

La vegetazione forestale è caratterizzata da una superficie boscata che raggiunge il 34,6% del territorio della Comunità Montana Esino-Frasassi, estendendosi su 28.230 ha. Di questi, 22.057 ha pari al 78,1% sono rappresentati da boschi cedui e cedui matricinati mentre le frustaie, costituite in massima parte da le aree floristiche protette.

Le Aree Floristiche Protette sono state istituite ai sensi dalla Legge Regionale 30 dicembre 1974, n° 52 "Provvedimenti per la tutela degli ambienti naturali". Esse costellano il territorio regionale e garantiscono la salvaguardia di ambienti aventi un valore peculiare o addirittura strategico per la funzionalità dell’intero sistema regionale delle aree protette.

In tali aree è proibita la raccolta, la estirpazione e il danneggiamento di tutte le specie della flora che vi crescono spontaneamente anche se è comunque consentito lo svolgimento delle normali pratiche agricole, il pascolamento, la fienagione e il taglio di bosco. Con Decreto P.G.R. n. 73 del 24 marzo 1997 (BUR Edizione Speciale n. 4 Supplemento al B.U. n. 30 del 22 maggio 1997) sono state delimitate 91 aree; con Decreto P.G.R. n. 129 del 8 luglio 1998 (BUR n. 59 del 16 luglio 1998) sono state delimitate 11 aree floristiche, mentre con il Decreto P.G.R. n. 155 del 6 settembre 2001 (BUR n. 107 del 20 settembre 2001) sono state delimitate ulteriori 7 aree floristiche. Complessivamente le aree floristiche regionali sono 109.

%newsazienda%

News MIF

MADE IN FABRIANO ACADEMY, Accademia per la valorizzazione del territorio

Copyright © 2011 Made in Fabriano - Via Ca' Maiano 140/E Fraz. Marischio - 60044 Fabriano (AN) - P.IVA: 02525870420 - Vietata la riproduzione anche parziale

privacy | note legali | credits

Bookmark and Share

Progetto grafico

Studio Dedalo

www.dedalogroup.com

Realizzazione sito Web

Informinds Consulting

www.informinds.com